ARCHIVIO NOTIZIE

01 – INDICAM NEWS

IP & SOSTENIBILITÀ La strategia europea

di

di Claudio Bergonzi

 

Il WIPO day del 26 aprile, giornata dedicata come ogni anno alla proprietà intellettuale, ha visto il tema centrale della relazione tra proprietà intellettuale e sostenibilità. INDICAM ha aderito a tale celebrazione, organizzando tre podcasts e un webinar che hanno segnato l’ingresso della nostra associazione nell’arena di trattazione del tema.

La sostenibilità è un tema portante della Commissione Europea insediata da pochi mesi e presieduta da Ursula von der Leyen. Obiettivo finale: far diventare l’Europa uno spazio carbon neutral entro il 2050. Obiettivo che viene declinato dall’UE in una maniera, sulla carta, “olistica” con una serie di interventi, e di investimenti, che pongono le nuove basi della futura Europa. Una leadership continentale che vuole essere riaffermata, sia a scapito dei sovranismi che di altri grandi “blocchi” economici e sociali, come USA e Cina.

La sostenibilità non è un tema solo di misure ambientali, è un nuovo modo di fare economia, di comportarsi e di crescere.

La Commissione individua una serie di percorsi, molto chiari, che possono portare l’Europa ad essere il primo Continente a centrare obiettivi ambiziosi, ma vitali, per il nostro pianeta. Si gioca la partita della sopravvivenza con blocchi avanzati che devono arrivare a compensare almeno un paio di macro-problemi come la sovrappopolazione mondiale e l’uso di risorse indiscriminato per servire tale popolazione in aumento.

In Europa si deve procedere, dalle parole della presidente von der Leyen e dalla lettura dei documenti disponibili nell’ambito del “Green deal” (e che potete consultare al link in fondo a questo articolo) con un piano di investimento massiccio, fino al 1.5% del PIL comunitario ogni anno. Buona parte di questo denaro sarà finanziato dalla BEI con un contributo attivo da parte degli Stati membri. E’ auspicata una maggiore flessibilità nel “premiare” coloro che avranno cicli produttivi e l’intera value chain “sostenibile”, prevedendo un meccanismo di peso delle emissioni e di incentivo all’export per i virtuosi. Ben sapendo che un processo di tale portata ed evoluzione sarà ad alto impatto, anche in termini di emarginazione di fette intere di soggetti, e prevedendo per questo un sostegno.

La sostenibilità sarà un motore di innovazione e di occupazione, un motore di rinnovamento che avrà nella circolarità il suo meccanismo chiave. Non si tratta più, quindi, di capire come smaltire meglio gli scarti, ma di come ridurli in cicli di second-life che diventeranno la spina dorsale dell’ideazione stessa dei beni.

L’impatto sull’industria e sui cittadini sarà immenso. In termini pratici, economici, sociali ma è una scommessa che occorre vincere. Lo chiede il pianeta, che dimostra pur nella drammaticità dell’epoca del totale lockdown dovuto alla pandemia da Covid-19, che la bio-diversità al diminuire dell’impatto dell’uomo sulla natura si arricchisce. Ma questo è il solo effetto secondario positivo di un disastro per altro difficile da superare come quello che stiamo vivendo. Non si può pensare, o utopisticamente sognare, che allora nel recovery da pandemia saremo tutti più morigerati nell’uso delle risorse senza cambiare il modo in cui si fanno le cose. Sapendo, con questo, che occorre correre, senza perdersi in discussioni o negazionismi, per impostare una rivoluzione prima di tutto culturale che ha una data di scadenza fissa, al di là del timing che si dà la Commissione. La scadenza è quella della sopravvivenza del pianeta, pena una serie di possibili catastrofi non affrontabili.

INDICAM ha deciso di porre particolare attenzione al tema. La creazione, nei giorni scorsi, di un nuovo working group interno chiamato “IP&sustainability” è il primo passo. Esso avrà il compito di calare le linee guida, i documenti programmatici, le proposte normative e ogni atto della Commissione nella realtà delle imprese, ovviamente avendo ben a mente la mission di INDICAM, ovvero la proprietà intellettuale. Non intendiamo diventare, quindi, un’associazione dedita alla sostenibilità tout-court, ma vogliamo portare al confronto con gli organi istituzionali, Comunitari ed Italiani, esempi di innovazione importante per la sostenibilità, possibilmente attuati dalle imprese nostre associate, così come arricchire la nostra competenza e capacità di dialogo al fine di costruire framework che siano attuabili e sostenibili per le imprese.

Vogliamo segnare un punto importante con il nostro neonato working group, ossia anche arrivare a poter dialogare con il Governo e, scalando, con organi Comunitari, sul tema della distruzione dei beni contraffatti sequestrati. Questo è un ambito strettamente correlato con la sostenibilità, poiché non si può più pensare che vada affrontato guardando a soluzioni del passato o, peggio, come nell’attuale situazione di non-gestione da parte degli organi preposti. Siamo convinti di poter dare un decisivo contributo con il nostro gruppo di lavoro anche a questo tema e, infatti, ci siamo già attivati per estendere il nostro network a Università Italiane che possano vantare competenze alte e specifiche in tema di sostenibilità. L’invito alle imprese nostre associate è di partecipare al working group, per poter essere protagonisti di un cambiamento che sta arrivando veloce, piuttosto che subirlo poi.

E’ stato anche interessante, durante l’IP day di WIPO, realizzare i podcasts e il webinar. Ascoltare le parole di chi li ha animati è un buon punto di partenza per capire come intendiamo la sostenibilità e come ci affascina per il suo legame all’innovazione. E INDICAM è, come casa della proprietà intellettuale, la dimora dell’innovazione. Tutti i contributi sono disponibili per essere fruiti nuovamente, attraverso i vari canali multimedia che trovate indicati sul nostro sito.

Torneremo spesso sul tema della sostenibilità e lo faremo per mantenere alta l’attenzione in vista dei prossimi affascinanti, stimolanti e innovativi anni di azione Europea quest’area.

 

Per maggiori approfondimenti EU Green deal:

https://ec.europa.eu/info/sites/info/files/european-green-deal-communication_en.pdf

https://ec.europa.eu/info/sites/info/files/european-green-deal-communication-annex-roadmap_en.pdf

 

Scarica l’articolo in PDF!

Scarica il documento

Diffondiamo una cultura dell’acquisto originale

Scopri le attività di INDICAM e le collaborazioni con i vari stakeholder nazionali e internazionali.