ARCHIVIO NOTIZIE

01 – INDICAM NEWS

Il DdL Made in Italy

di Juna Shehu

NL 01.2024

Al termine dell’esame parlamentare avviato a luglio 2023 e concluso nel dicembre scorso, nella Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre 2023 è stata pubblicata la Legge recante “Disposizioni organiche per la valorizzazione, la promozione e la tutela del made in Italy”, entrata in vigore l’11 gennaio 2024.

Obiettivo della legge è quello legato al sostegno, allo sviluppo e alla modernizzazione dei processi produttivi e delle connesse attività funzionali alla crescita dell’eccellenza qualitativa del Made in Italy.

INDICAM, in particolare, proseguendo costantemente nella sua attività relazionale con le istituzioni, ha contribuito attivamente nella definizione e miglioramento del Disegno di Legge, intervenendo in più occasioni, l’ultima in ordine di tempo, l’audizione dello scorso 2 novembre 2023 presso la Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati.

La Legge 27 dicembre 2023, n. 206 sul Made in Italy ha lo scopo di intervenire su diversi settori produttivi e, per la prima volta, istituisce all’articolo 4 un Fondo sovrano dedicato al Made in Italy, con una dotazione iniziale di un miliardo di euro e l’obiettivo di stimolare la crescita e il consolidamento delle filiere strategiche nazionali anche per la fase dell’approvvigionamento delle materie prime critiche.

In merito all’incentivazione della proprietà industriale, all’articolo 6 la proposta formulata è finalizzata a riavviare il Voucher 3i e ad allargare il novero dei soggetti beneficiari comprendendovi, oltre alle start-up innovative, anche le microimprese di più recente costituzione (le quali ovviamente hanno maggiore bisogno di supporto per l’accesso ai percorsi di brevettazione).

Per la tutela della proprietà intellettuale, all’articolo 41, viene istituito il “contrassegno per il Made in Italy” al fine di tutelare e promuovere la proprietà intellettuale e commerciale dei beni prodotti nel territorio nazionale e di un più efficace contrasto della falsificazione.

Anche per il potenziamento delle norme in materia di lotta alla contraffazione e Italian Sounding, le disposizioni, a partire dall’articoli 49-56, prevedono una riorganizzazione degli uffici giudiziari con lo scopo di favorire la specializzazione dei magistrati in materia di lotta alla contraffazione. Inoltre, vengono modificate le disposizioni in materia di sequestro e di sanzioni amministrative (in senso peggiorativo) per l’acquisto e l’introduzione di merci contraffatte.

Anche se il provvedimento non rappresenta un testo completo si tratta comunque, di un provvedimento con contenuti e finalità che soddisfano alcune tematiche e l’attività di impresa di nostro interesse: dalla promozione dell’imprenditoria passando per il sostegno dei singoli settori, la difesa dei marchi e il contrasto alla contraffazione.

Diffondiamo una cultura dell’acquisto originale

Scopri le attività di INDICAM e le collaborazioni con i vari stakeholder nazionali e internazionali.