ARCHIVIO NOTIZIE

01 – INDICAM NEWS

Il caso del marchio Supreme in China

di

di Giovanni Casucci, Dentons

 

Chapter 4 ha depositato domanda di registrazione per il RED BOX LOGO in Cina per la prima volta nel 2014.

Dopo l’iniziale rifiuto, ha superato la fase amministrativa di ricorso fino a superare la prima fase di esame. Le difficoltà non si sono però arrestate: un soggetto (che ritengo aver agito in mala fede) ha presentato Opposizione al marchio non appena la sua domanda è stata pubblicata nel 2017. La motivazione dell’opposizione era che il marchio Supreme fosse troppo simile al proprio marchio registrato “势拼SUPREME EST. 1994 NYC”. È evidente che tale registrazione anteriore fosse del tutto abusiva e diretta vantare un’origine americana sin da 1994. In primo grado il CTMO ha ritenuto che i marchi fossero simili, e a causa di ciò Chapter 4 ha perso il procedimento di opposizione e si è trovata a depositare una richiesta di riesame della decisione di opposizione presso il TRAB (organo di appello amministrativo) e ha finalmente è riuscita fa riconoscere il proprio legittimo diritto al marchio. Il marchio è stato finalmente registrato nel gennaio 2020. Da questo momento è stato possibile procedere con la difesa dalle varie forme di contraffazione, soprattutto perpetrate dai c.d. “Legal Fake” di origine italiana. Il ricorso alla polizia amministrativa (AIC) è stato pienamente efficace: i funzionari dell’AIC competenti per i vari territori hanno intrapreso operazioni di sequestro in larga scala e ordinato la chiusura dei negozi in città come Suzhou, Nanjing, Kunming, Hainan, ecc. In circa due mesi sono stati chiusi più di 40 punti vendita falsi, compresi i due più noti shop di Shanghai (foto).

La Cina ha dato prova di serietà nel rispetto delle privative, una volta registrate.

Spesso la vera difficoltà in Cina è quella di raggiungere la concessione e di superare tutti gli ostacoli posti da soggetti che mirano solo ad abusare del garantismo procedurale degli organi amministrativi di esame, fenomeno comunque diffuso in molti paesi, anche in Europa.

 

Scarica l’articolo in PDF!

 

Scarica il documento

Diffondiamo una cultura dell’acquisto originale

Scopri le attività di INDICAM e le collaborazioni con i vari stakeholder nazionali e internazionali.