RICAMBI AUTO FALSI: VERO RISCHIO

Il settore dell’automobile non è esente dal rischio della contraffazione. Già EUIPO aveva misurato, in un recente studio sul valore della contraffazione di batterie, pneumatici e ricambi in genere, un mercato pari a oltre 2 miliardi di Euro. Ora questi dati vedono una conferma dalla recente attività condotta da ANFIA sulla veicolazione di prodotti falsi attraverso canali online.

I dati sono stati presentati un recente convegno a Torino e riportati dall’articolo de “Il Sole 24 Ore” il cui link riportiamo in fondo alla pagina, ed evidenziano per l’ennesima volta che online si propongono falsi di ogni genere.

I ricambi auto, tra cui i maggiormente colpiti dalla contraffazione sono alcuni tra i più impattanti in termini di sicurezza dell’automobilista spesso ignaro, vedono dischi freno e pastiglie, parti dello sterzo e impianti del motore (distribuzione e filtri il più delle volte) in cima alla classifica delle presenze su internet.

Immaginare i rischi non è difficile. A questi componenti si aggiungono airbags (diverse centinaia di migliaia quelli falsi sequestrati in USA) e cerchioni. I motivi del dilagare di tali offerte sul canale digital non sono misteriosi; scarsa collaborazione delle piattaforme, pur in presenza di minacce altissime ai consumatori, e norme comunitarie di governo della rete ormai anacronistiche ed obsolete.

Questo tema, arricchito da un dato sulla sicurezza prodotti minacciata dai fake, deve essere primario nell’agenda di Governo della prossima legislatura EU. INDICAM, come già in passato, è già all’opera per sensibilizzare sulla necessità di un intervento che porti la condivisione di responsabilità nei controlli di ciò che è online tra titolari di diritto e operatori della rete. Finchè motori di ricerca e marketplaces si dovranno limitare, spesso con scarsi entusiasmo ed applicazione, a rimuovere ciò che segnalano i brand owners, noi consumatori non saremo esenti da rischi altissimi.

Il dovere di diligenza è d’obbligo, a questo punto, per fronteggiare operatori senza scrupoli che non hanno remore nel vendere come originali dischi freno, ad esempio, capaci di non svolgere il loro compito.

INDICAM ha, tra i suoi associati, diversi produttori automotive, e con alcuni di essi già svolge attività di supporto all’enforcement. E’ un tema per noi fondamentale e invitiamo l’intero settore ad aggregarsi ancora maggiormente in una lotta ai falsi che deve essere “senza quartiere”.

 

LINK utili: http://tiny.cc/at698y


INDICAM
Via Serbelloni 5, 20122 Milano
C.F. 97057580157