CAVALLINO E TORO MADE IN BRAZIL…

La notizia può apparire folkloristica e in buona parte lo è: una fabbrica in Brasile che produceva false Ferrari e Lamborghini dando alle vetture finali un aspetto quanto meno somigliante ai modelli che da decenni nascono nella meravigliosa Motor Valley emiliana.
Se si guarda oltre il naif, però, occorre in primis lodare l’azione della Polizia Federale Brasiliana per aver sgominato i contraffattori e, dall’altro, sottolineare l’impegno senza sosta e attento al minimo infringement che Case costruttrici come Ferrari e Lamborghini dedicano alla tutela del loro patrimonio.
La vera essenza, infatti, è che non è di per sé la copia dei prodotti che ci deve far riflettere, ma il fatto che in questo caso essa sia avvenuta per far accedere i (miserabili) clienti ad uno strato del lusso rappresentato da ben più che meravigliosi oggetti meccanici.
Perché la potenza di Case come Ferrari e Lamborghini e di aver tradotto la capacità di innovare, di investire in R&S senza sosta, di creare autentici gioielli, in valore del brand. Questi sono i migliori esempi di come il brand sia un bagaglio importante che porta due produttori di automobili ad essere in realtà due produttori di oggetti di lusso, alla stregua di gioiellieri o di sarti di eccellenza.
Questa è la pura essenza del brand che, certamente, contiene tra i valori una forte componente di distintivitá che va difesa sempre anche da attacchi che di primo acchito fanno sorridere e un po’ e compatire chi voglia comprare delle copie un po’ fatte in case di supercar di eccellenza. Bene fá, per esempio, Ferrari a sorvegliare con cura maniacale ciò che avviene nel Mondo in ogni momento attorno al suo marchio, siano prodotti, profili social o gruppi di fans. Ciò che rappresenta quel marchio, quel nome, non può e non deve essere intaccato da nulla e da nessuno perché é il vero patrimonio che ci fa girare ogni volta che vediamo passare un gioiello con il cavallino rampante sul cofano.

 


INDICAM
Via Serbelloni 5, 20122 Milano
C.F. 97057580157